Sul ritrovamento di alcune siringhe a Faenza

Dobbiamo educare le nuove generazioni a fuggire dalla facile attrazione verso le droghe, e per farlo bisogna tornare a parlarne, anche a scuola, con crudezza perché la droga e violenta.

Non preoccupiamoci del semplice vedere una siringa per strada, che certo fa una grande impressione, preoccupiamoci perché questo significa che dei faentini, dei ragazzi si sono persi. Vittime di un grande male qual è la droga.
Da sempre il Comune, come ci ricorda Simona Sangiorgi – assessore alle Politiche Giovanili ed Educative, è attivo e attento alla prevenzione e al contrasto verso ogni dipendenza.
Spiace leggere che forze politiche si accorgano di questo solo ora, probabilmente per opportunismo politico.
Spiace che chi rinviene una siringa si preoccupi più di fare una foto per poi postarla sulla pagina FB di turno invece che avvisare per farla rimuovere perché in città, e in particolare nei luoghi frequentati dai bambini, non ci devono essere.
Spiace che chi vorrebbe fare informazione invece che interrogarsi sul problema, usi l’impressione che fanno le immagini per costruire una narrazione finalizzata al creare allarme e preoccupazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...