77 anni dall’eccidio di Crespino e Fantino

Domenica 18 ho avuto l’onore di rappresentare il Comune alle celebrazioni in memoria di quei tragici avvenimenti

È sempre un momento emozionante, toccante. Un momento di ricordo ed è proprio il ricordo che è fondamentale per non ripetere, declinati nei temi dell’oggi, gli errori del passato.

Un’azione che diventa sempre più importante perché, ora che sono sempre meno le persone che hanno vissuto in prima persona quegli avvenimenti, spetta a noi raccogliere il testimone.

Un momento profondo per rendere onore ai nostri fratelli, a chi cadde vittima dell’odio e della violenza bellica. E per rendere davvero onore alla loro memoria dobbiamo fuggire l’indifferenza, non voltarci davanti all’odio e all’ingiustizia dei tanti drammi del nostro tempo.

A Crespino tra il 17 e 18 luglio, chi era dalla parte sbagliata della storia, massacrò 44 innocenti civili. Un’azione talmente brutale che lascia sgomenti.

In queste occasioni di memoria si provano profonde emozioni ed è compito nostro tenere vive tutto l’anno queste emozioni, viverle nel quotidiano e condividerle, soprattutto con chi più giovane.

È nel solco del ricordo, della memoria e della storia che possiamo proseguire il nostro cammino crescendo come persone e comunità più forti, più giuste, migliori.

Per saperne di più, un focus sull’eccidio di Crespino del Lamone e Fantino

Marradi – Luglio 1944. Il massacro di Crespino sul Lamone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...