Gli scavi al Castello di Rontana

Continua la campagna di scavo promossa dal Prof. Cirelli, archeologo dell’Università di Bologna

Qualche giorno fa sono andato a Ceparano a trovare Enrico Cirelli, professore e archeologo dell’Università di Bologna, durante la campagna di scavo al castello.

I documenti storici parlano di un “castrum” a Ceparano, ma fino all’inizio di questa campagna per noi è sempre stata una semplice torre.

Con questi scavi, come a Rontana, sta emergendo un complesso interessante e vasto. Un’area maggiormente fortificata con la torre attorniata da edifici residenziali in muratura e una chiesa, il tutto cinto da mura.

Nella campagna di quest’anno, come negli anni passati, a scavare sono giovani studenti dell’Università che, guidati da Cirelli, si sono concentrati nell’individuare i perimetri e le dimensioni del complesso. È venuta alla luce una pregevole residenza in muratura, un ossario contenente oltre 150 individui e si sta cercando di individuare l’abside della chiesa. Sono stati poi trovati diversi mattoni romani, probabilmente di riutilizzo.

L’insediamento è antico, la costruzione del castello risale al X secolo e la sua vita continua, con ampliamenti e rimaneggiamenti, passando di mano dai Guidi, ai Manfredi, ai Veneziani e allo Stato della Chiesa, fino al XVI secolo. Vorrei fare un plauso a questa iniziativa, che fa riemergere dalle pieghe del tempo un pezzo della storia del nostro territorio, un periodo assai interessante, ma poco conosciuto.

Info: se doveste capitarci è bene ricordare che la struttura si trova in una proprietà privata, gli scavi sono ancora in corso e, anche se a breve si fermeranno, anno prossimo riprenderanno. È fondamentale avere cura e rispetto di questo luogo, peraltro vincolato, e delle indagini archeologiche.

Interno della torre con i ressti della scala e del pozzo
Sempre la torre da angolazione diversa
Un giovane studente intento a sistemare l’area d’ingresso
La torre vista dall’esterno, l’apertura era l’ingresso dai camminamenti delle mura
Altra vista della torre con angolo a “becco”
Rilievi della residenza privata trovata nella campagna di quest’anno
Viene documentata e disegnata ogni singola pietra
Altri rilievi
Mattoni di epoca romana probabilmente di riutilizzo
E’ importante capire cosa ci si trova davanti
Un imponente ossario
Insieme ad Enrico Cirelli
Vista della torre
Come si presentava l’area fino a qualche anno fa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...