Il Baratto Amministrativo

A
conclusione del Consiglio del 12 ottobre è stata approvata una
mozione sul così detto Baratto Amministrativo, che altro non è la
possibilità di commutare i tributi o una parte di essi, che devono
essere corrisposti al Comune, in attività definibili di utilità
sociale.

Questa
mozione è l’inizio di un iter, che dovrà svilupparsi nell’immediato
futuro adottando i criteri, le condizioni, chi potrà godere di
questo strumento e le disponibilità economiche per sostenerlo. Con
questa approvazione inizia un percorso, che dovrà essere studiato a
fondo nelle sue modalità, criteri e condizioni.

Il
baratto amministrativo attualmente è stato applicato in maniera
crescente nell’ultimo periodo da svariate amministrazioni di piccoli
comuni oltre ai comuni di Bari e Milano; è un provvedimento reso
possibile dal Decreto Sblocca Italia del Governo Renzi.

Nell’attuarlo
per il nostro Comune dovremmo tenere presente diversi aspetti:

  • innanzitutto
    l’oggetto degli interventi
  • i
    soggetti che ne avranno diritto, se singoli cittadini o associati
    che presentino progetti
  • i
    criteri e le condizioni
  • la
    materia degli interventi come ad esempio potrebbero essere pulizia,
    manutenzione, abbellimento aree verdi, piazze, strade, interventi di
    decoro urbano, recupero e riuso di aree e beni immobili
    inutilizzati, in generale la valorizzazione di una zona del
    territorio urbano o extraurbano

Importante
sarà valutare in quali casi si potrà accedere al baratto
amministrativo, se varrà esclusivamente per i tributi o anche per le
tariffe (come ad esempio rette di asili, ecc), definire un budget a
disposizione (questo per dare una certezza al bilancio comunale),
regole per l’accesso (ad esempio il reddito ISEE) e se varrà solo
per i singoli o anche per le comunità. Altri importanti aspetti
riguarderanno l’identificazione del tributo su cui sarà attuabile;
la definizione della materia dell’agevolazione se quindi una
riduzione o un’esenzione e per quali periodi; se riguarderanno
questioni future o pregresse; la quantificazione del valore del
baratto.

La
strada è appena iniziata, ma ci sembra di aver incardinato un’azione
decisamente volta al sostegno della nostra comunità.

E’
questo un ulteriore passo verso quelle fasce della popolazione che si
trovano in difficoltà economica: potranno in futuro decidere di
commutare il pagamento di tributi in servizi per la comunità tutta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...